Biblioteca nazionale svizzera">Dall’alto - Biblioteca nazionale svizzera
Dall’alto

Dall’alto

Il pallone di Spelterini e il drone

Per tracciare una storia delle vedute aeree in Svizzera, la mostra si serve delle foto di Spelterini provenienti dal Gabinetto delle stampe della Biblioteca nazionale svizzera come punto di partenza, proseguendo poi con le fotografie scattate da aerei, satelliti e infine droni. Due secoli fa le fotografie dall’alto erano un’esclusiva dei veri pionieri, mentre oggi grazie ai droni sono diventate accessibili a tutti.

Dall’alto

Com’è la Svizzera vista dall’alto? Per molti, a rispondere per la prima volta a questa domanda è Eduard Spelterini, che con la sua mongolfiera sorvola Zurigo, Kandersteg e Il Cairo per fotografare il mondo che scorre sotto i suoi piedi. È l’inizio della storia della fotografia aerea in Svizzera: le istantanee di Spelterini aprono nuove prospettive.

Da allora, aerei, satelliti e droni hanno rivoluzionato le vedute aeree, grazie a risoluzioni migliori e a nuovi tipi di impiego. Al giorno d’oggi le immagini aeree ritratte dai satelliti sono accessibili a tutti su Internet e con i droni chiunque può fotografare e filmare personalmente dall’alto. Le riprese aeree sono entrate a far parte della cultura quotidiana e a partire da Spelterini si distinguono per il fatto di offrire un punto di vista diverso. Forniscono nuove informazioni su paesaggi, tecnologie ed estetica facendo emergere elementi ancora sconosciuti e apparire quanto già noto come parte di un nuovo insieme.

Spelterini

Puoi scoprire altre fotografie aeree di Eduard Spelterini su Wikimedia Commons.

Alex Capus a Eduard Spelterini.

Fonte:

Alex Capus su Eduard Spelterini, Video: Simon Schmidt, Biblioteca nazionale svizzera

Mongolfiere

Piccioni

Aerei

Satelliti

Fonte:

NASA Livestream: Earth Views from the Space Station. Online: Youtube

Drohne

Il 14 aprile 2014 Amit Gupta posta online il suo «Bernal Hill selfie», un breve video eseguito con un drone, suscitando da subito entusiasmo. Un commentatore conia allo scopo il termine «dronie». Il video di Gupta rende popolari le riprese aeree effettuate con i droni, dispositivi che permettono di immortalare qualsiasi viaggio o di guardare attraverso siepi e finestre. Rendono cioè possibile ovunque la fotografia aerea, con tutti i vantaggi e gli svantaggi che ne derivano.

Fonte:

"Bernal Hill Selfie" by Amit Gupta 2014. Online: Vimeo

Una ripresa da drone completamente diversa mostra un piazzale a Kandahar, nel sud dell’Afghanistan. Poco dopo esplode un missile Hellfire: si tratta del primo attacco conosciuto sferrato da un drone. Ancora oggi non è chiaro quante persone siano morte quel 7 ottobre 2001, così come altrettanto sconosciuto è il numero di persone uccise con i droni da allora. Una cosa però è certa: lo sguardo dall’alto significa potere e da sempre è stato sfruttato per scopi militari.

Dronies dalla mostra

Dall’alto

Capitolo